USA: 407 McKirkland ct Cary, NC 27511
001 919 4132917

Devo pagare le tasse in USA se vendo su amazon.com?

“Devo pagare le tasse in USA se vendo su amazon.com?". Gli imprenditori che investono sull’esportazione o sulla vendita di prodotti tramite lo shop di Amazon, spesso si fanno questa domanda. Capita sovente che qualcuno, scegliendo a prescindere la strada che sembra più sicura, decida di segnalare i propri profitti, andando quindi a pagare tasse in USA.

Premessa

“Devo pagare le tasse in USA se vendo su amazon.com?”. Gli imprenditori che investono sull’esportazione o sulla vendita di prodotti tramite lo shop di Amazon, spesso si fanno questa domanda. Capita sovente che qualcuno, scegliendo a prescindere la strada che sembra più sicura, decida di segnalare i propri profitti, andando quindi a pagare tasse in USA.

Tuttavia questi venditori molto spesso non sono tenuti a farlo. Vediamo nel dettaglio, rispondendo ad alcune domande, tutte le casistiche per poter risparmiare ed investire meglio il proprio capitale.

I venditori stranieri di amazon.com devono pagare le tasse?

Lo U.S. Code stabilisce (https://www.law.cornell.edu/uscode/text/26/882) che una società estera che è impegnata in attività commerciali sul suolo statunitense è soggetta al fisco federale, con imposte sul reddito in quanto la propria attività commerciale è intrinsecamente connessa al tessuto commerciale degli USA.

L’IRC (International Rescue Committee) stabilisce anche però che un venditore non residente è generalmente soggetto ad imposte graduali sul reddito effettivamente connesso (vedi dopo) con la condotta di un’attività commerciale statunitense (USTB – US Trade or Business).

Cos’è e cosa implica la qualifica USTB?

Si può pensare alla qualifica USTB come ad uno “scudo fiscale” per evitare determinate tassazioni negli Stati Uniti. In pratica: se le attività della società o persona straniera non raggiungono il livello commerciale o aziendale all’interno degli Stati Uniti, il reddito del contribuente non sarà oggetto a imposte federali.

Il regolamento dell’IRC non definisce formalmente come si definisca un USTB, tuttavia una attenta analisi del sistema giuridico in questo ambito, evidenzia un aspetto molto importante per un venditore su Amazon: una persona straniera non fisicamente presente negli Stati Uniti che si limita alla propria attività commerciale negli Stati Uniti solo tramite pubblicità non è necessariamente impegnata in una attività commerciale negli Stati Uniti.

Detto questo, anche quando non si è direttamente impegnati in un’attività commerciale negli USA, si potrebbe essere considerati tali come risultato della vendita regolare negli Stati Uniti attraverso un ufficio statunitense o un dipendente in loco. Infatti in alcuni casi la persona o la società straniera che non ha un ufficio o una sede negli Stati Uniti, potrebbe essere considerata impegnata in un USTB se uno dei loro dipendenti o agenti della società è fisicamente presente negli Stati Uniti per pubblicizzare i propri prodotti, fare dimostrazioni dei propri prodotti o sollecitare ordini.

Ma se tutto ciò che si fa è pubblicizzare i propri prodotti online e consegnarli all’estero a uno dei magazzini di Amazon negli Stati Uniti attraverso il servizio di logistica di Amazon stessa, non si risulta impegnati in un USTB e quindi non si è soggetti a tassazione per i prodotti venduti negli Stati Uniti.

I prodotti vengono ordinati e spediti ai magazzini di Amazon, dove i dipendenti di Amazon offrono tali prodotti in vendita sul sito web di Amazon per ogni prodotto, imballano i prodotti e spediscono ai clienti negli Stati Uniti. In questo caso, Amazon non è un “dependent agent” (delegato) ma un “independent agent”, che non svolge cioè operazioni per conto del venditore avendo infatti la propria attività in funzione con milioni di altri clienti.

Amazon non lavora esclusivamente per nessuno dei suoi venditori stranieri. Pertanto, il venditore straniero non è “impegnato in un’attività commerciale negli Stati Uniti” e non è soggetto all’imposta statunitense sul reddito derivante dalla vendita di prodotti negli USA.

Cos’è il reddito connesso in modo efficace?

L’ECI (Effectively Connected Income) e la sua traduzione italiana “reddito connesso in modo efficace”, è un modo per riferirsi al reddito d’impresa.

Se si risulta interessati in un USTB (vedi sopra), si sarà necessariamente soggetti a imposte sui redditi, che vengono appunto chiamati “ECI”.

Va sottolineato che il trattato sull’imposta di reddito negli Stati Uniti (https://www.irs.gov/businesses/international-businesses/united-states-income-tax-treaties-a-to-z), sancisce che i venditori stranieri non sono soggetti alle imposte ECI se la loro attività non è attribuibile ad una “stabile organizzazione”.

Cos’è una stabile organizzazione?

Questo è un punto molto importante, spesso infatti capita che un venditore o un imprenditore non si renda conto di aver di fatto avviato una stabile organizzazione, rischiando quindi sanzioni per la mancata dichiarazione dei redditi.

Una attività è definibile come stabile organizzazione se si possiede uno o più dei seguenti attributi:

  • Luogo di direzione
  • Filiale o ufficio
  • Utilizzo di “dependent agent” o “independent agent”
  • Workshops
  • Miniera, pozzo di petrolio e qualsiasi sito di estrazione di risorse naturali.

Ci sono però alcune strutture o soluzioni di business che non stabiliscono una stabile organizzazione, tra cui:

  • Strutture di immagazzinamento per materiale di proprietà della persona estera, siano essi per la vendita, per l’esposizione o per la consegna.
  • Il mantenimento di una sede fissa di affari al solo scopo di svolgere, per la persona, qualsiasi altra attività di carattere preparatorio o ausiliario
  • Il mantenimento di una sede fissa di affari al solo scopo di gestire spazi come quelli di immagazzinamento sopra citati.

Cosa si rischia non dichiarando i propri redditi?

Nel caso in cui una persona o un venditore che rientra nelle categoria sopra citate che sarebbero sottoposte alla dichiarazione dei redditi, e quindi ad un imposta su questi, non dovesse adempire ai propri doveri, si perderebbe la possibilità di dedurre i costi derivanti dalla produzione e dalla vendita e di dovrebbe quindi pagare un supplemento calcolato in base ai redditi prodotti in USA.

Contattaci per una prima chiacchierata informale

SERVIZI CORRELATI DI EXPORT AMERICA

Related Posts

Leave a reply


Solve : *
17 + 2 =