USA: 407 McKirkland ct Cary, NC 27511
001 919 4132917

Costi del Trasporto Internazionale verso gli USA

Quando si intende avviare o estendere una propria attività come esportatore di prodotti negli Stati Uniti, ci sono diversi fattori da tenere in considerazione, tra i più importanti c’è il trasporto internazionale dei container e i relativi costi.

Introduzione

Quando si intende avviare o estendere una propria attività come esportatore di prodotti negli Stati Uniti, ci sono diversi fattori da tenere in considerazione, tra i più importanti c’è il trasporto internazionale dei container e i relativi costi. Questi ultimi possono variare molto secondo diversi fattori, che verranno affrontati in questo articolo.

Come sono calcolati i costi di spedizione?

Si possono riassumere i fattori che incidono sul costo di spedizione con cinque fattori, ovvero: volume/peso del carico, tipo di trasporto, distanza del luogo di destinazione, destinazione e periodo dell’anno.

Volume/Peso del Carico

Ad influire sul costo di spedizione può essere uno tra volume e peso oppure entrambi, a seconda del tipo di spedizione. Infatti quando la spedizione è via mare, il fattore più importante è la dimensione del carico, mentre un trasporto areo porterà costi maggiori per carichi più pesanti.

Tipo di Trasporto

La tipologia di trasporto determinerà sia il costo che il tempo che impiegheranno le merci ad arrivare a destinazione. Infatti i trasporti arei tendono ad essere più veloci ma molto costosi, in contrasto con il trasporto via mare, che essendo più lento è più economico: il trasporto via mare arriva ad essere cinque volte più economico del trasporto areo.

Distanza del luogo di destinazione

Questo punto è piuttosto ovvio: maggiore è la distanza, maggiore è il costo. Un trasporto dall’Italia agli Stati Uniti è ovviamente più costoso di uno che attraversa solamente il Mediterraneo.

Destinazione

Le tasse e i pedaggi sono costi inevitabili, ma questi dipendono fortemente da Paese a Paese. Naturalmente dipendono a loro volta da qual è la destinazione del prodotto finale, ma è un fattore da tenere in considerazione.

Periodo dell’Anno

I trasporti internazionali hanno dei periodi “di punta”. Questi si verificano in estate, tra Agosto e Settembre, e subito dopo il Capodanno Cinese, tra Gennaio e Febbraio. Durante questi periodi di punta, la domanda di trasporti è molto alta e i prezzi si alzano di conseguenza. È quindi sempre buona norma evitare questi mesi per le proprie spedizioni, così da approfittare di prezzi più bassi per il trasporto verso gli USA.

Quale dimensione di container scegliere?

Ci sono diverse tipologie di container che possono essere utilizzati per i propri scopi, ma solitamente sono soltanto due i più gettonati: i 20-foot e i 40-foot. 

Container 20-foot

I container di questo tipo hanno un volume di circa 33 metri cubi, di cui effettivamente utilizzabili 25-28. Ipoteticamente questi container possono contenere fino a 100 lavatrici.

Container 40-foot

Questi container forniscono il doppio dello spazio dei container 20-foot, ma il costo non è direttamente proporzionale. Infatti costano molto meno di due 20-foot e sono la scelta migliore nel caso in cui si intendano trasportare carichi molto grandi. Questi container hanno un volume di circa 67 metri cubi, di cui utilizzabili 54-58.

FCL o LCL?

A seconda del volume delle merci che si intendono spedire, potrebbe non essere conveniente pagare l’utilizzo di un intero container. Le compagnie di spedizione hanno trovato una soluzione che permette di non sprecare spazio nei container, offrendo ai clienti di condividere lo spazio di un container per le spedizioni di carichi poco voluminosi. Questa modalità di trasporto è nota come “Less than Container Load”, LCL. Per volumi maggiori dove la condivisione di un container non è possibile, l’alternativa è chiamata “Full Container Load”, FCL. 

Perché scegliere FCL?

Quando si condivide l’utilizzo di un container, con LCL, ci sono alcuni tempi di attesa che sono inevitabili. I carichi infatti devono essere caricati e scaricati a seconda della destinazione e caricati su camion diversi, che ovviamente richiede tempo aggiuntivo. Questa modalità è quindi molto più veloce: il tempo di attesa aggiuntivo nel caso dell’LCL varia dai 4-5 giorni ai 15.

Con questa modalità le merci sono più sicure. Come anticipato nei carichi LCL, le merci vengono caricate e scaricate ad ogni porto/aeroporto a seconda della destinazione dei singoli beni, di fatto muovendoli molto di più e aumentando il rischio di danni.

Perché scegliere LCL?

LCL è il metodo più efficiente per trasportare carichi “piccoli”. Infatti se si intendono traportare solo poche scatole sarebbe inutile acquistare l’utilizzo di un intero container. Le compagnie comunque suggeriscono l’utilizzo di LCL solo se il volume del carico è inferiore ai 15 metri cubi.

Ulteriori costi da considerare

Una volta definiti il volume e il peso dei carichi, se la modalità di trasporto sarà FCL è LCL ed il tipo di trasporto che si intende adottare (areo o marittimo), ci sono alcuni altri fattori minori che bisogna tenere in considerazione. Questi sono:

  • Dazi doganali.
  • Tasse di ispezione dei container: negli Stati Uniti il 5% dei container vengono ispezionati.
  • General Rate Increase (GRI): è ciò che rende i costi di spedizione dei container variabili. Questi costi sono di fatto degli aumenti al costo di base delle spedizioni richiesti dalle compagnie di trasporto, che aumentano o diminuiscono il GRI a seconda, ad esempio, della domanda del mercato.
  • Spese di spedizioni interne (alla compagnia di trasporto).
  • Tasse di quarantena: è possibile che alcuni Paesi richiedano questa ispezione (a pagamento) per essere certi che nel Paese non entrino batteri o parassiti estranei al loro ecosistema. La quarantena per ispezione avviene spesso anche nel caso di trasporto animale.

È necessaria l’Assicurazione del Container?

In generale è sempre una buona scelta assicurare il proprio container. Il costo dell’assicurazione deriva dal valore, in termini monetari, del carico che si sta trasportando e non dal volume o dal peso, e ciò tiene i prezzi piuttosto bassi. 

I trasporti internazionali sono comunque nel tempo diventati sempre più sicuri, grazie a container molto resistenti che possono essere mossi liberamente tra camion, navi e arei al fine di non dover scaricare e caricare le merci ogni volta A rendere ulteriormente sicuri i trasporti molte compagnie sfruttano il monitoraggio dei container tramite un codice che ne permette il tracciamento elettronico. 

Esistono regolamentazioni molto severe che le compagnie di trasporto devono rispettare, ma i trasporti sono comunque pericolosi e gli incidenti possono verificarsi, l’acquisto di un’assicurazione può rivelarsi quindi vantaggioso.

Conclusioni

Esportare negli Stati Uniti è un business vantaggioso, ma il processo può rivelarsi complesso. È dunque quindi consigliabile affidarsi ad un esperto che possa seguire l’esportatore nei processi decisionali al fine di ottimizzare i costi e massimizzare i profitti.

Contattaci per una prima chiacchierata informale

SERVIZI CORRELATI DI EXPORT AMERICA

Related Posts

Leave a reply


Solve : *
28 − 26 =