USA: 407 McKirkland ct Cary, NC 27511
001 919 4132917

Normativa del lavoro negli USA

Il lavoro subordinato negli Stati Uniti è molto regolamentato, sotto diversi punti di vista, tra cui salario minimo, trattamento e discriminazione dei lavoratori e in generale sulle condizioni lavorative di questi ultimi.

Introduzione

Il lavoro subordinato negli Stati Uniti è molto regolamentato, sotto diversi punti di vista, tra cui salario minimo, trattamento e discriminazione dei lavoratori e in generale sulle condizioni lavorative di questi ultimi. Il sistema lavorativo statunitense è abbastanza flessibile, ma è molto protettivo dei diritti dei lavoratori ed è quindi sempre consigliabile affidarsi ad esperti prima di investire in un’attività negli Stati Uniti così da evitare evitare rischi tipici del sistema statunitense.

Leggi Federali e Statali

La legislazione americana sia a livello Federale che Statale, regola ogni singolo aspetto, come accennato sopra, del rapporto tra lavoratore dipendente e datore di lavoro. Ad esempio, a meno che le parti non si siano diversamente accordate oralmente o per iscritto, la normativa contrattuale consente, sia al datore di lavoro che al lavoratore, la possibilità di sospendere il rapporto lavorativo. 

Leggi e regolamenti intervengono anche in materia di ricerca ed assunzione del personale, retribuzione, orario di lavoro, previdenza ed indennità di lavoro, ambiente di lavoro, norme di comportamento e contro le ritorsioni, licenziamento per esuberi e sospensione definitiva del rapporto.

Alcune leggi e regolamenti in materia del lavoro sono estremamente dettagliate, per esempio i regolamenti sui minimi salariali e gli straordinari, altre leggi, invece, stabiliscono principi generali ad ampio respiro che proibiscono certi tipi di comportamenti dei datori di lavoro, a salvaguardia del lavoratore sia esso già dipendente od alla ricerca di un lavoro. 

Nei paragrafi a seguire verranno approfonditi alcuni degli aspetti appena citati.

 

Norme in materia di discriminazione

La normativa in materia di discriminazione per età, razza, credo religioso, colore della pelle, origine, sesso, invalidità, stato civile, maternità, preferenze sessuali o cittadinanza è di grande rilevanza e permea tutta la normativa in materia del lavoro negli Stati Uniti.

Ad un’azienda straniera che intenda stabilire una filiale o sussidiaria negli Stati Uniti è consigliabile che si familiarizzi non solo con la normativa, regolamentazione e giurisprudenza in materia del lavoro, ma anche con usi e costumi locali, in particolare se intenda trasferire dirigenti e/o lavoratori stranieri non abituati a esercitare nel sistema americano. Di fatto è consigliabile che ci si consulti con esperti in materia, siano essi legali o consulenti del lavoro o persone che hanno una lunga esperienza nella gestione del personale in questa nazione prima della creazione della società e comunque per assistere la società straniera a sensibilizzare i manager e dipendenti espatriati alla normativa ed agli usi e sensibilità dei lavoratori americani. 

Portatori di Handicap

In materia di portatori di handicap, la legge sia federale che statale detta regole abbastanza dettagliate relativamente all’ambiente di lavoro ed all’accessibilità di quest’ultimo. Benché in caso di nuove costruzioni o di ristrutturazioni gli architetti debbano attenersi a tali norme onde poter certificare progetti e richieste di autorizzazione, e quindi il possibile problema per un’azienda straniera che opera in questa nazione può essere meno evidente, è comunque opportuno tenere presente ed ottenere assistenza specializzata in questa materia in particolare quando si intenda acquisire aziende negli Stati Uniti con locali o fabbriche che potrebbero essere in violazione della normativa vigente e quindi divenire una possibile fonte di responsabilità civile per un acquirente non accorto. 

Agenzie Federali e Statali 

L’amministrazione federale così come quella statale, al fine di meglio tutelare il lavoratore dipendente, hanno affidato a numerose agenzie governative la promozione dei diritti dei lavoratori mediante campagne di sensibilizzazione e di istruzione su tali diritti. 

Di seguito, a titolo informativo, i siti internet di alcune di queste agenzie: il Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti, la Commissione degli Stati Uniti per le Pari Opportunità Lavorative, l’ Agenzia dello Stato di New York per i Diritti Umani. 

Come appena citato per lo stato di New York, ogni stato federato ha una sezione apposita, nel suo sito web, dedicata a questo tipo di legislazioni. Si rinnova quindi il suggerimento di far riferimento a queste risorse se si intende operare sul suolo statunitense, così da evitare rischi e sanzioni.

Sindacati

I lavoratori hanno il diritto di organizzarsi in sindacato. Il National Labor Relation Act, LNRA, è la legge che regola questa materia. 

In base al NLRA i dipendenti hanno diritto di fare attività sindacale ed un datore di lavoro può proibire che questa attività abbia luogo all’interno dell’impresa solo se ha in passato proibito ogni tipo di proselitismo non solo quello sindacale ma di qualunque altra natura, quale ad esempio, religiosa. La giurisdizione in materia di NLRA spetta ai tribunali federali nonché al tribunale amministrativo del National Labor Relation Board. In caso di attività sindacale nell’impresa il datore di lavoro dovrebbe consultare un legale perché lo assista a non violare la normativa in materia e possa apprendere come dare supporto o contrapporsi in maniera legale ad un’attività sindacale nell’impresa. 

Salari

In assenza di contratti collettivi di lavoro, ma in ogni modo soggetto alla normativa riguardante i minimi salariali e sugli straordinari, il datore di lavoro è generalmente libero di stabilire differenti livelli salariali ed assicurativi, sempre nel rispetto della normativa antidiscriminatoria. 

Il datore di lavoro è tenuto a pagare i contributi previdenziali, cioè la “Social Security” e la “Medicare” (l’assicurazione di disoccupazione ed infortunistica sul lavoro) ed è tenuto ad effettuare le trattenute di imposte e previdenziali sulla retribuzione dei sui dipendenti. 

Assicurazione Medica/Fondi Pensionistici

È prassi, negli Stati Uniti, per i datori di lavoro offrire ed amministrare per i propri dipendenti e contribuire, almeno in parte, al pagamento di una assicurazione sanitaria di gruppo così come alla creazione di fondi d’investimento pensionistico. 

Conclusioni

Avviare un’attività negli Stati Uniti può essere una buona scelta, soprattutto in un periodo come quello che il mercato sta attraversando da qualche anno a questa parte, dove si nota una predilezione da parte dei consumatori americani per beni o servizi di qualità e sicuri, come quelli di origine italiana. Sono diversi gli aspetti da tenere a mente e le normative sul lavoro sono questioni importanti su cui è consigliabile ricevere assistenza da professionisti esperti del settore.

 

Contattaci per una prima chiacchierata informale

SERVIZI CORRELATI DI EXPORT AMERICA

Leave a reply


Solve : *
9 + 7 =