USA: 407 McKirkland ct Cary, NC 27511
001 919 4132917

I benefit e i diritti dei lavoratori negli Stati Uniti (parte 2)

Di seguito sono elencati due fondamentali punti che il datore di lavoro negli Stati Uniti dovrebbe offrire per rendere il proprio pacchetto di benefici interessante agli occhi di futuri dipendenti, oltre uno stipendio competitivo e tutti i tipi di assicurazione sanitaria:

Di seguito sono elencati due fondamentali punti che il datore di lavoro negli Stati Uniti dovrebbe offrire per rendere il proprio pacchetto di benefici interessante agli occhi di futuri dipendenti, oltre uno stipendio competitivo e tutti i tipi di assicurazione sanitaria:

FERIE PAGATE

Il periodo di pausa retribuito nei contratti di lavoro statunitensi prevede un numero di giorni che il dipendente può utilizzare per motivi personali, assenze per malattia e, a volte, per le vacanze. Nel conto delle ferie pagate non si distingue tra le motivazioni per i vari permessi. Ciò rende i calcoli più facili per il datore di lavoro ed evita alcune manipolazioni da parte del dipendente nel tentativo di prendere giorni di malattia per ferie e giorni di vacanza per motivi personali.

In merito alle ferie retribuite per i dipendenti non esistono regolamenti nel mercato americano. E’ riportato che circa il 25 % dei dipendenti in USA lavora senza ferie retribuite o congedo per malattia negli Stati Uniti. Il datore di lavoro può stipulare qualsiasi accordo decida riguardo ai giorni di ferie pagati, purché la politica si applichi a tutti i dipendeni senza alcun tipo di discriminazione.

Nessun pacchetto di benefici per i dipendenti sarebbe completo senza che il vengano pagate le ferie dal lavoro. Come parte della lista dei benefici per i dipendenti, i datori di lavoro offrono una varietà di opzioni per i permessi retribuiti.

I datori di lavoro forniscono un numero variabile di giorni. I tipi di giorni liberi retribuiti che appaiono regolarmente in un pacchetto di benefici per i dipendenti includono ferie, giorni di vacanza , giorni di malattia, giorni personali e giorni di lutto e molte aziende li sommano in un unico numero, chiamato PTO (paid time off). Esistono molti criteri per decidere quanti giorni assegnare, uno dei più comuni e’ legato all’anzianità di servizio: ad esempio un giovane laureato neoassunto acquisisce 5 giorni di PTO dopo un anno di lavoro, e accumulerà 5 giorni ogni anno per i primi periodi della carriera, dopo circa 5 anni passera’ ad accumulare 10 giorni l’anno, dopo 15 anni 15 giorni l’anno e cosi’ via. Inoltre a differenza dei contratti nazionali italiani, in USA le ferie non maturate vengono perse, salvo una percentuale, decisa con il datore di lavoro, che rientra nel “roll over”, cioè passa all’anno successivo.

401(k) E ALTRI PIANI DI PENSIONE

Esistono diversi tipi di piani di pensione disponibili nei contratti di lavoro sul mercato americano e i datori di lavoro possono scegliere di offrirne uno dei seguente o una combinazione di tutti e tre.

Piani a benefici definiti. Il meno comune negli Stati Uniti ma il più caro è noto come un piano a benefici definiti. In questo tipo di piano, il datore di lavoro apporta contributi sul conto del dipendente e garantisce una certa quantità di reddito mensile alla pensione. Potrebbe trattarsi di una percentuale di stipendio o di un importo in dollari specificato. La somma che il dipendente riceve può essere basata sul tempo trascorso con la compagnia, la propria età, lo stipendio e altri fattori. I piani pensionistici sono tutelati da un’agenzia governativa che interviene se una società statunitense fallisce o non riesce a risarcire la pensione. Un piano a benefici definiti può aggiungere entrate significative alla pensione a lungo termine.

-Piani di contribuzione definiti. Un’opzione molto più comune in USA in questi giorni è il piano a contribuzione definita, come ad esempio un piano 401 (k), 403 (b) o 457 (b). In questi casi non vi è alcun importo stabilito promesso al momento del pensionamento. Invece, il dipendente deve salvare e versare un importo fisso parte dello stipendio non tassato, scegliere il modo in cui sono investiti e gestire il conto ora e in pensione. I piani di contribuzione definiti lasciano il rischio e gran parte del lavoro al dipendente.

Il 401 (k) è un ottimo piano di risparmio pensionistico sponsorizzato da un datore di lavoro, in quanto permette ai lavoratori di risparmiare e investire un parte della loro busta paga prima che venga tassata. Le tasse non vengono pagate fino a quando il denaro non viene prelevato dal conto. Con un 401 (k), il dipendente controlla come viene investito il proprio denaro. Negli Stati Uniti la maggior parte dei piani offre uno spread di fondi comuni composto da azioni, obbligazioni e investimenti sul mercato monetario americano.

I piani a contribuzione definita includono anche piani di compartecipazione agli utili, piani di acquisto di denaro e bonus azionari. Sono tutti molto simili, in quanto i datori di lavoro in USA offrono ai dipendenti qualcosa in più ogni anno. Con un piano di condivisione dei profitti, i datori di lavoro assegnano ogni anno una percentuale dei profitti dell’azienda ai dipendenti.

Conti pensionistici individuali. Un altro tipo di piano di pensionamento che un datore di lavoro di un’azienda statunitense può offrire è un conto pensionistico individuale o piano dell’IRA, a cui il dipendente contribuisce ogni anno con un determinato importo e il datore di lavoro può o meno versare contributi corrispondenti. Esistono vari tipi di IRA. I diversi tipi variano in base a quanto può il dipendente contribuire ogni anno e quanto il datore di lavoro è responsabile del proprio contributo.

Servizi correlati di Export America:

Aprire una società negli Stati Uniti

Gestione delle Risorse Umane in USA

 

Related Posts

Leave a reply


Solve : *
24 − 23 =